CORSI DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE IN SERVIZIO PER INSEGNANTI DI CHIMICA (nuove classi A034, A050, B012) – A.A. 2018/19

Nel corso dell’A.A. 2018/19 si svolgeranno i seguenti corsi di aggiornamento e formazione in servizio per insegnanti di chimica (nuove classi A034, A050, B012):

  1. NUOVI ARGOMENTI, ESPERIENZE e METODI DIDATTICI nell’INSEGNAMENTO della CHIMICA 2018/19 “La chimica per l’industria e l’ambiente”
  2. NUOVI APPROCCI all’INSEGNAMENO della CHIMICA per la RIDUZIONE della DISPERSIONE SCOLASTICA AS 2018-19

Entrambi i corsi fanno delle iniziative presenti sulla piattoforma S.O.F.I.A. (Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti) del MIUR (http://www.istruzione.it/pdgf/) e sono parte integrante delle attività organizzate nell’ambito del Piano nazionale Lauree Scientifiche 2014-17 – Area Chimica.

1 – NUOVI ARGOMENTI, ESPERIENZE e METODI DIDATTICI nell’INSEGNAMENTO della CHIMICA 2018/19 “La chimica per l’industria e l’ambiente”

Giunto alla udicesima edizione, il corso si propone di fornire un aggiornamento disciplinare relativo ai più recenti sviluppi della chimica, in connessione con le altre discipline scientifiche, di contribuire alla formazione degli insegnanti, di incentivare l’utilizzo del laboratorio nella didattica della chimica e di presentare proposte didattiche innovative, per contribuire all’innovazione dei curricula proposti dagli istituti scolastici e delle metodologie didattiche da essi adottate.

Il corso è in presenza, ha una durata di 24 ore complessive e prevede 4 incontri così organizzati:

  • Due incontri in orario pomeridiano che prevedono due seminari ciascuno tenuti da chimici che operano nel mondo delle aziende
  • Due incontri che coprono l’intera giornata e prevedono un seminario seguito dalla corrispondente esperienza di laboratorio tenuti da docenti universitari del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche (Febbraio 2019).

Nei laboratori saranno presentate attività sperimentali da proporre agli studenti durante l’attività curricolare, relative agli argomenti trattati nel corso.

Il corso è gratuito. Non è previsto un numero massimo di partecipanti alle conferenze/seminari. Per motivi logistici e per garantire la buona riuscita delle attività, alle esperienze di laboratorio potrà partecipare un numero massimo di 30 docenti, scelti in ordine di iscrizione.

Il corso fa parte delle iniziative presenti sulla piattoforma S.O.F.I.A. (Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti) del MIUR (http://www.istruzione.it/pdgf/) con identificativo 22629.

L’iscrizione va effettuata entro Sabato 30 novembre 2018 tramite la piattaforma S.O.F.I.A. seguendo le procedure riportate.

Il corpo docente è composto da docenti del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche e da un esperto chimici che svolgono la propria attività nel mondo produttivo e delle professioni.

PROGRAMMA e CALENDARIO

1° incontro – MARTEDÍ 4 DICEMBRE 2018 ore 15,00 presso l’Aula U1.3, al primo piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.

  • Presentazione delle attività di orientamento e formazione organizzate nell’ambito del Piano nazionale Lauree Scientifiche – Prof. Gianantonio Battistuzzi (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE)
  • Presentazione del corso – Prof. R. Zanoli
  • Seminario Eleonora Gozzoli (Adesital Spa, MAPEI Group) – Gli adesivi ceramici: oltre al cemento c’è di più
  • Seminario Moris Vignali (Vinicola San Nazaro s.r.l.) – Il buon vino: fra natura e chimica

2° incontro – LUNEDÍ 11 FEBBRAIO 2019 – ALIMENTI…E NON SOLO

  • ore 10,00Seminario Diego Leoni (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE): Biopolimeri innovativi da sistemi proteici – presso l’Aula U1.1, al primo piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.
  • ore 11,00Seminario Lorenzo Tassi (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE): Tracciabilità geografica-merceologica di prodotti alimentari – presso l’Aula U1.1, al primo piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.
  • ore 12,00 Laboratorio coordinato dal Prof. Lorenzo Tassi (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE): Preparazione di ceneri da prodotti alimentari – presso il Laboratorio didattico al 1° piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.
  • ore 13,00Pausa pranzo
  • ore 14,00 Laboratorio coordinato dal Prof. Lorenzo Tassi (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE): Caratterizzazione ed analisi delle ceneri alimentari – presso il Laboratorio didattico al 1° piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.

 3° incontro – GIOVEDÍ 21 FEBBRAIO 2019 – non è solo questione di naso

  • ore 10,00Seminario Andrea Marchetti (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE): Gli aromi negli alimenti: non solo una questione di naso – presso l’Aula U1.1, al primo piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.
  • ore 12,00Pausa pranzo
  • ore 13,00Laboratorio coordinato dal Prof. Andrea Marchetti (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, UNIMORE): Determinazione di Composti Organici Volatili mediante SPME abbinata a tecniche Gas Cromatografiche – presso il Laboratorio strumentale al 1° piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.

4° incontro – VENERDÍ 5 APRILE 2019 – ore 15,00 presso l’Aula U1.1, al primo piano del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Via Campi 103, Modena.

  • Seminario Dr. Stefano Forti e Dr. Alessio Del Carlo (ARPAE – Emilia Romagna) – Cosa fa un chimico in Arpae?
  • Seminario Dr. Andrea Federzoni (DUNA Corradini) – La chimica nella produzione del poliuretano espanso rigido.

Per maggiori informazioni contattare

2- NUOVI APPROCCI all’INSEGNAMENO della CHIMICA per la RIDUZIONE della DISPERSIONE SCOLASTICA AS 2018-19

Giunto alla terza edizione, il corso propone strategie didattiche basate sull’ipotesi che un apprendimento reale può essere ottenuto solamente se la conoscenza acquisita dagli allievi viene costruita su ciò che essi hanno già conosciuto e ben compreso. Passando dalla dimensione informativa e di trasmissione di nozioni a quella formativa, generatrice di comprensione, è possibile evitare l’insorgere di mis-conoscenze negli allievi e garantire un apprendimento reale, contribuendo a ridurre gli abbandoni e a sviluppare un sapere per competenze.

Il corso è in presenza, ha una durata di 12 ore complessive e prevede 4 incontri in orario pomeridiano della durata di 3 ore ciascuno.

Nei 4 incontri verranno presentate attività di laboratorio e d’aula da proporre agli studenti nel corso dell’attività curricolare, riguardanti Il Sistema Periodico, la Mole, l’Equilibrio Chimico e l’Energia, che sono temi fondanti nel percorso di apprendimento della chimica.

Il corso è gratuito. Il numero massimo di iscritti è pari a 40. L’iscrizione va effettuata entro Domenica 3 marzo 2018 tramite la piattaforma S.O.F.I.A. (identificativo 25883) seguendo le procedure riportate.

Il corpo docente è composto da esperti in didattica della chimica.

PROGRAMMA e CALENDARIO

1° Incontro. Lunedì 4 marzo 2019, ore 15.00 -18.00

IL SISTEMA PERIODICO DEGLI ELEMENTI

Antonella Andracchio, Alberto Regis.

Nel 1869 fu pubblicata la Tavola Periodica degli elementi, una delle più potenti icone della scienza. In essa è riassunto il sapere scientifico essenziale sugli elementi chimici. In questo incontro, viene presentata una sequenza didattica concepita allo scopo di portare gli studenti a costruirne i fondamenti sulla base delle informazioni di cui disponeva Mendeleev.

 

2° Incontro. Lunedì 25 marzo 2019, ore 15.00 -18.00

LA MOLE, PESARE PER CONTARE

Antonella Andracchio, Alberto Regis.

Il concetto di mole permette di contare indirettamente particelle atomico/molecolari, pesando quantità macroscopiche di sostanze. In questo senso, la mole è il tramite fra il macroscopico (pesare) e il microscopico (contare). Agli insegnanti viene proposto di sperimentare un approccio all’insegnamento di questo concetto.

 

3° Incontro. Mercoledì 17 aprile 2019, ore 15.00 -18.00

LA COSTANTE DI EQUILIBRIO E IL QUOZIENTE DI REAZIONE

Marco Ghirardi, Gruppo SENDS

La derivazione cinetica della costante di equilibrio non è accettabile e si presta a critiche giustificate; pertanto, è necessario far giungere gli studenti alla costante di equilibrio in un altro modo. Nella sequenza didattica che verrà presentata, il pretesto per l’introduzione della costante di equilibrio è dato dalla necessità di trovare un criterio generale per prevedere l’evoluzione di un sistema da uno stato iniziale qualsiasi (equilibrio o non equilibrio) a uno stato finale di equilibrio. Il criterio che si intende far apprendere agli studenti è quello del confronto tra il valore della costante di equilibrio, Kc, e quello del quoziente di reazione, Qr.

4° incontro. Lunedì 6 maggio 2019, ore 15.00-18.00

ENERGIA, PORTATORI DI ENERGIA E DIFFERENZE

Alberto Regis

La costruzione del concetto di energia a partire da aspetti fenomenologici che gli studenti sono in grado di controllare dal punto di vista empirico/sperimentale. L’idea di energia viene introdotta come invariante in una grande varietà di fenomeni, che mettono in gioco entità che funzionano da portatori di energia. Tra questi assume particolare rilevanza l’entropia.

 

Per maggiori informazioni contattare: